Docenti neoassunti in Visiting al Liceo “R.Piria” di Rosarno

Il Liceo “R.Piria” di Rosarno apre le aule ai docenti neoassunti per visite-studio. L’Istituto è stato infatti selezionato come scuola innovativa, a livello regionale, sulla base di una candidatura per moderne capacità didattiche e organizzative, fortemente voluta dalla Dirigente Mariarosaria Russo e dalla prof.ssa Arianna Messineo, nel ruolo di Funzione strumentale Docenti.

La possibilità per i docenti neoassunti di sostituire 6 ore di attività laboratoriali su 12, quindi 2 laboratori su 4 con visite a strutture scolastiche che offrono spunti innovativi ed esempi di best practises, ha un carattere sperimentale che consente di realizzare nuove esperienze di apprendimento e di scambio pedagogico, sia per chi visita sia per chi accoglie. A tal scopo la dirigente ha individuato la prof.ssa Ivana Malara come tutor di formazione, col compito di realizzare un’esperienza didattica di tipo laboratoriale, coinvolgendo gli alunni di IV B e i docenti in visita, in modo da offrire un momento concreto con cui dimostrare l’efficacia delle nuove risorse digitali e il loro impatto sulla didattica, oltre a dare prova effettiva delle metodologie che riguardano la gestione della classe ed eventuali problematiche relazionali. Per oltre due ore si è svolta così una lezione riguardante un progetto più ampio sui temi della tecnologia e della comunicazione, durante la quale gli alunni coinvolti hanno prodotto articoli giornalistici, pubblicati poi sulla piattaforma online La scuola fa notizia, ed una trasmissione radiofonica nello studio della radioweb della scuola. Un esempio pratico e coinvolgente di come la didattica debba essere sempre più orientata alla ricerca sperimentale, al cooperative learning e all’uso dei moderni strumenti digitali.

I docenti Vanessa Cascio, Aida De Santis, Domenica Freno e Dora Stefania Rocca, hanno potuto inoltre condividere le proprie riflessioni sull’esperienza osservata con la Dirigente Russo, la prof.ssa Messineo ed il tutor formatore, prof.ssa Malara e la vicepreside Francesca Corso. Sono stati inoltre aggiornati su documenti fondamentali nell’attività scolastica come PTOF e RAV e griglie di valutazione.

Successivamente i docenti neoassunti in Visiting al Piria di Rosarno rielaboreranno un documento relativo alla progettualità, modulato secondo la propria esperienza e competenza pedagogica, che sarà poi materiale da inserire nella piattaforma INDIRE per il completamento del proprio percorso di formazione.

Grande interesse e coinvolgimento è stato manifestato dai quattro docenti, protagonisti di questa sperimentale procedura, che hanno riconosciuto alla Dirigente Russo grande professionalità, competenza ed un’ottima capacità organizzativa del corpo docente.

Giunto a conclusione il progetto “Sentimos, Solucionamos y Decidimos” Erasmus+ KA2

Successo, passione, impegno e inclusione con il programma ERASMUS plus dal titolo Sentimos, Solucionamos y Decidimos, giunto alla fase conclusiva con la terza mobilità degli studenti a Rosarno.

20 giovani del Liceo di Parigi “Le Bourget” e dell’Istituto Xamfrà di Barcellona hanno seguito una settimana intensa di workshop in francese, inglese, spagnolo e italiano, affrontando la tematica delle emozioni con una didattica laboratoriale innovativa, alternativa e da Campus.

Il Dirigente Scolastico Mariarosaria Russo ha espresso soddisfazione per il progetto lusingando lo staff formato dalle docenti di lingua inglese Barbieri Filomena, Contartese Eleonora, Milea Mattia, Violi Saveria per la competenza e la professionalità dimostrata, impegnate anche in altri progetti ERASMUS, e il Project Manager Michele Oliva che sta pregiando l’Istituto Piria di riconoscimenti sul piano nazionale ed europeo. Un contributo interessante è stato fornito  dalla vice Preside Francesca Corso, dai docenti Alfredo Pudano e Fabio Frustaci che hanno  presentato un’appassionata lezione sulla fiducia in sé e nell’altro e dalla docente Iannì Santina con la quale tutto il team europeo ha prodotto un murales sulle emozioni, rappresentativo degli stati d’animo degli studenti che con una pennellata hanno lasciato un pezzo del loro cuore sulla parete del Piria “ questa è l’Europa delle emozioni dei giovani amici dell’Erasmus” afferma Oliva “l’Europa rappresentativa del motto Uniti nella diversità, perché il Piria è la scuola che include tutti”.

Una politica inclusiva atta a favorire la dimensione europea che intende far raggiungere agli studenti italiani, nel contatto continuo con i loro coetanei provenienti dalle altre scuole, gli obiettivi comuni della strategia Europa 2020, nel contesto di una più ampia crescita sociale e culturale.  

I lavori si sono conclusi con la cerimonia per la consegna dei Certificati di partecipazione KA2, con cui il Dirigente Scolastico Mariarosaria Russo, il Sindaco di Rosarno Giuseppe Idà e il Manager Michele Oliva hanno voluto omaggiare spagnoli, francesi  e il team Erasmus del Piria, sulle note di “Volare”, canzone simbolica per l’Istituto rosarnese che è sempre pronto a spiegare le ali del futuro dei giovani in Europa e nel mondo.  Il Dirigente Scolastico ha voluto concludere riportando una massima del filosofo americano Ralph Waldo Emerson come monito per i giovani a vivere le loro emozioni e l’amicizia basata sulla fiducia e il rispetto reciproco: “Lo splendore dell’amicizia non è la mano tesa, né il sorriso gentile, né la gioia della compagnia: è l’ispirazione spirituale che viene quando scopriamo che qualcuno crede in noi, ed è disposto a fidarsi di noi.”