Archivi categoria: Rassegna Stampa

Manifestazione “Nel ricordo di Maria Chindamo. L’urlo delle donne scomparse”

L’Università dell’anti-mafia di Limbadi conclude il suo percorso di seminari per l’a.s. 2016/17 con un importante evento in memoria di Maria Chindamo, la donna di Laureana di Borrello scomparsa nel nulla il 6 maggio dello scorso anno, dopo essere stata aggredita a Limbadi dinanzi al cancello della sua tenuta agricola.

Ha introdotto i lavori la Dirigente del Piria, nonchè Responsabile organizzativo del Centro Anti-mafia, prof.ssa Mariarosaria Russo, da sempre impegnata per chiedere giustizia e verità per Maria Chindamo e per tutte le donne che come lei sono vittime di mafia solo perchè hanno amato e hanno disperatamente tentato di affermare i loro diritti.

Dopo un anno dalla scomparsa della donna, Mariarosaria Russo vuole urlare il suo disprezzo verso la cultura criminale e mafiosa, ma vuole urlare anche la sua richiesta di aiuto alle istituzioni affinchè portino chiarezza sulla vicenda e soprattutto riescano a restituire Maria a chi ancora non ha potuto piangerla con dignità.

Anche il viceministro Filippo Bubbico si associa a questo disperato urlo con una lettera che la Dirigente ha letto ad inizio della manifestazione. Ad esso si associa anche il magistrato Marisa Manzini, presidente del comitato scientifico del centro studi, che in modo chiaro e deciso ha denunciato come ancora non si consenta alle donne di scegliere la propria esistenza, non si conceda loro di maturare consapevolezza della parità dei diritti umani.

L’urlo finale è del giornalista Arcangelo Badolati che senza alcuna intermediazione lessicale dichiara che nelle famiglie mafiose le donne vivono la peggiore condizione del mondo occidentale, vivono ancora come nelle tragedie greche di duemila anni fa.

Esplora dunque questa civiltà arcaica e feroce elencando innumerevoli casi locali di donne uccise dalla mafia solo perchè hanno amato l’uomo “sbagliato”. Un elenco terrificante che lo porta a chiedere a tutti i giovani studenti del Piria là convenuti di stare attenti anche a chi e come amare, di stare sempre lontani da queste persone che nulla hanno a che fare col concetto di civiltà.

Badolati vuole comunque chiudere il suo intervento con un pensiero positivo:”non sono fiero della mafia, ma sono fiero di voi” dice rivolgendosi alla platea a cui ricorda una celebre frase di Victor Hugo “C’è chi si fissa a vedere solo il buio. Io preferisco guardare le stelle.”

Al termine del convegno, un momento di grande intensità emotiva è stato offerto dagli studenti del laboratorio teatrale del Piria, coordinati da Enzo De Liguoro.

A seguire, nella chiesa di Limbadi, un concerto di musica sacra ad opera dell’orchestra di Laureana di Borrello, diretta dal maestro Maurizio Managò, ha celebrato il giusto compimento di una giornata drammaticamente utile ed importante per urlare con convinzione il proprio No alla mafia.

I servizi di Rai3 e Rai1

Servizio della trasmissione Quarto grado

Servizio della trasmissione Chi l’ha visto?

Fotogallery

Presentazione del libro di Giuseppe Lacquaniti “Rosarno-Medma. I percorsi della memoria” volume secondo

Grande successo di pubblico e di critica per il secondo volume “Rosarno-Medma. I percorsi della memoria” scritto a due mani dal prof. Giuseppe Lacquaniti e l’avvocato Giacomo Saccomanno per la casa editrice Romano. Un percorso di memorie individuali e collettive che risveglia le anime nella consapevolezza che il passato è un patrimonio inestimabile da cui bisogna trarre sempre forza e convincimento per continuare ad alimentare il presente e il futuro. La memoria è dunque futuro.

Questo il light motif degli autorevoli interventi che si sono alternati durante la manifestazione per la presentazione del volume, tenutasi presso l’Auditorium del Liceo Piria di Rosarno giovedì 8 giugno.

Visibilmente commossa la dirigente Mariarosaria Russo, orgogliosa del fatto che in quella carrellata di momenti, scelti a simbolo della gloria passata e recente di Rosarno, ampio spazio sia dato alle attività che il Liceo ha svolto durante i suoi dieci anni di presidenza.

Di grande impatto emotivo è stato anche il collegamento telefonico con l’on. Rosanna Scopelliti, componente Commissione parlamentare anti-mafia, che ha elogiato l’opera del prof.Lacquaniti e di tutte le forze sane di Rosarno, tra cui soprattutto i docenti e allievi del Piria.

Di seguito, quindi, importanti inviti al recupero e valorizzazione della memoria sono stati elaborati da Luciano Maria Delfino, docente Università Bocconi di Milano, Nicolantonio Cutuli e Giuseppe Eburnea, rispettivamente presidi degli Istituti “Marvasi-Vizzone” e “Scopelliti-Green”, Mariangela Preta, archeologa e docente del Piria, l’avvocato Giacomo Saccomanno, coautore del volume e l’editore Mario Romano.

La manifestazione è stata arricchita dalla presenza di allieve in costume classico greco che hanno simulato il momento sacro della consegna degli ex-voto alla dea Persefone, cui l’antica Rosarno, Medma, era particolarmente devota.

Qui di seguito un video dell’intervento del Prof. Giuseppe Lacquaniti

Il servizio di pianainforma.it

fotogallery

Concluso con successo il progetto Erasmus “Protect to the children. Save for crime”

Si è concluso con grande successo il progetto Erasmus “Protect to the children. Save for crime”, quinto di una lunga serie ormai di importanti partecipazioni a progetti europei che hanno profondamente arricchito l’offerta formativa dell’IIS “R.Piria” di Rosarno.

Al termine dal loro viaggio in Turchia, gli studenti coinvolti e coordinati dal prof. Michele Oliva, responsabile Erasmus, hanno ricevuto gli attestati di partecipazione e competenze acquisite dalla Dirigente Mariarosaria Russo, visibilmente orgogliosa dei risultati ottenuti e sempre più convinta dell’efficace ricaduta didattica e umana di questa dimensione europea che ha ormai maturato il suo Istituto.

Il servizio di pianainforma.it

Fotogallery