Archivi categoria: Rassegna Stampa

Piria di Rosarno – “ On the routes of migrants”. Programma Erasmus + KA1

Si è concluso l’incontro  transnazionale nell’ambito del progetto  ME and EU, Erasmus +, a Rosarno.,coordinato dal Dirigente Scolastico  dell’IIS “R. Piria” di RosarnoMariarosaria Russo,che ha visto la partecipazione attiva, oltre che del Project Manager Michele Oliva, delledocenti di inglese Filomena Barbieri, Contartese Eleonora,delle collaboratrici Vera Violi e Francesca Corso e dei docenti Fassari, Galati, Tettè e Paladino che hanno seguito gli studenti  del Liceo Scientifico nel  viaggio di crescita sociale e della persona “ on the routes of migrants”. Nei giorni dedicati, gli studenti e i docenti italiani hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con i partner europei provenienti dall’Austria, Portogallo, Spagna e Creta e sono stati impegnati in numerose e diversificate attività di workshop, dibattiti, momenti di riflessione e autoriflessione  e condivisione di pensieri e proposte sul tanto complicato tema dei migranti.  I workshop hanno affrontato il tema del progetto sui viaggi di  speranza nel Mediterraneo che si tramutano spesso in viaggi disperati.

Il programma dell’incontro ha  previsto anche la specifica attività  “Ethical work: “Mother Earth”, un richiamo al concetto di sostenibilità ambientale e valore  dell’essere umano. Anche la visita alle tendopoli di San Ferdinando è stata carica di forti emozioni:i partner di ME and EU hanno potuto  interloquire direttamente con gli stranieri presenti. Anche l’autorità portuale di Gioia Tauro ha accolto il Piria e tutto il partenariato transazionale con tanto entusiasmo dimostrando interesse verso le attività che la scuola attua per lo sviluppo  e la crescita dei giovani.

Il project Manager, Michele Oliva ha affermato che con ME and EU l’Italia sta lavorando assieme ai partner europei per accrescere la solidarietà e il sostegno ai migranti e trovare soluzioni senza bisogno di ricorrere a pericolosi viaggi. Il Dirigente Scolastico Mariarosaria Russo ha voluto focalizzare l’attenzione sull’impegno dell’UE dichiarando che   “occorre una maggiore solidarietà e un’azione più incisiva per evitare che si mettano a rischio altre vite in ogni nuovo tentativo di traversata”.

Di grande rilevanza sono stati gli incontri con le istituzioni, in particolare con l’Amministrazione Comunale di Rosarno nella persona del Sindaco Giuseppe Idà e con i rappresentati del Consiglio regionale della Calabria, il Presidente Nicola Irto e il consigliere Giovanni Arruzzolo che hanno apprezzato il lavoro che il Piria di Rosarno sta svolgendo sul piano internazionale grazie al programma Erasmus +  e a tutte le attività volte all’acquisizione di nuove conoscenze per sensibilizzare gli studenti su tematiche di elevato e significativo spessore,, ricordando soprattutto che il diritto internazionale non consente ad alcuno stato di condizionare il rispetto dei diritti umani.

I ragazzi dell’IIS R. Piria di Rosarno all’“Argotti Botanic Garden & Resource Centre” di Triq Sarria Floriana, Malta.

Si è concluso da poco il PON Competenze di base – English and Beyond all’IIS R. Piria di Rosarno, diretto dalla DS Mariarosaria Russo che, ancora una volta, ha applicato la sua “pedagogia delle scelte consapevoli” alle direttive indicate dall’UE, al fine di rinsaldare e consolidare le linee guida di un percorso di crescita umana e culturale dei giovani studenti piriani.

Quello voluto dalla dirigente Russo è stato un percorso in cui, oltre all’aspetto prettamente formativo linguistico-culturale, si è riusciti a dare priorità alla crescita dell’allievo coniugata in termini di responsabilità, fiducia in sé stessi, acquisizione di competenze trasversali ad altre discipline e ad altri settori, consapevolezza dei propri punti di forza e di debolezza (SWOT analysis), autovalutazione, progettualità e ricerca.

Il progetto ha coinvolto 15 studenti dell’IPSASR, Liceo Scientifico di Rosarno e ITE di Laureana di Borrello. Dopo una prima fase formativa a cura delle docenti Saveria Violi e Mattia Milea – che hanno preparato i ragazzi all’acquisizione di abilità linguistiche pari a un livello B1 della lingua inglese certificato da enti esterni (Trinity) – tutti e 15 hanno superato l’esame a pieni voti, acquisendo, con ampia gratificazione e vero riconoscimento per gli sforzi profusi sia dagli apprendenti sia dai formatori, il livello B1 del QCER, ovvero il pass per poter accedere alla seconda fase progettuale: 4 settimane a Malta presso il prestigioso orto botanico annesso all’ateneo, l’“Argotti Botanic Garden and Resource Centre” dell’University of Malta, situato a Triq Sarria, Floriana, accompagnati dal prof. Salvatore Macrì, parte attiva del progetto, e dalla docente Caterina Paladino.

Il meraviglioso giardino servirà agli studenti a svolgere 4 settimane di formazione e alternanza scuola/lavoro, seguiti da ricercatori universitari e dottorandi, pronti a condividere, con i giovani calabresi, esperienze e conoscenze nel settore della botanica, scienze della terra e della biologia delle piante. I ragazzi saranno coinvolti, tra l’altro, in un interessante percorso su microclima e flora a confronto tra habitat apparentemente simili, quelli della Piana di Gioia Tauro e di Malta, eppure sostanzialmente diversi.

I 15 studenti faranno sicuramente tesoro di questa fattiva opportunità che una scuola del sud, senza fare alcuna differenza tra diverse tipologie e indirizzi scolastici, offre a tutti loro. Sono proprio loro i veri protagonisti attuali e futuri del sapere, sono loro che si affacciano al mondo in un’ottica interculturale e multirazziale, caratterizzati da un vivo entusiasmo e da una concreta fiducia nei formatori, nei docenti, e in chi dirige la scuola con la testa, con la coscienza, ma soprattutto col cuore.

SETTORE ALBERGHIERO: OPERATORE DELLA RISTORAZIONE AL “PIRIA DI ROSARNO”

L’Istituto d’Istruzione superiore “R. Piria” di Rosarno, nel ruolo di Ente di formazione accreditato, realizzerà  dal mese di Settembre 2019 il progetto POR CALABRIA FESR-FSE 2014-2020 – ASSE 12 ISTRUZIONE E FORMAZIONE, finanziato dalla Regione Calabria, per il conseguimento della QUALIFICA PROFESSIONALE TRIENNALE del settore alberghiero di  “Operatore della ristorazione: indirizzo preparazione pasti” con il coinvolgimento delle Aziende del territorio per la realizzazione delle attività di laboratorio e di Stage, tra le quali  GarruzzoDolciaria, Bar Gelateria Spagnolo, Hotel Vittoria, Hotel Mucci, Ristorante La Fattoria, Ristorante Pizzeria S. Leonardo e diversi Villaggi turistici a livello regionale e nazionale. Il corso è gratuito ed è rivolto a 15  giovani che non hanno ancora compiuto 18 anni.Al termine del corso verrà rilasciata il diploma di qualifica professionale riconosciuto a livello nazionale e verrà assicurato loro un servizio di accompagnamento all’inserimento lavorativo.

Il corso sarà diretto e coordinato dal Dirigente Scolastico Mariarosaria Russo che inorgoglita per la continua crescita del Piria, dichiara con grande soddisfazione  che il successo formativo dell’Istituto richiede un’alleanza stabile con le istituzioni del territorio, con il sistema produttivo ed il mondo del lavoro, poiché l’alleanza formativa  e la creazione di reti sono determinanti per il successo formativo degli studenti  e per la realizzazione della piena inclusione sociale dei futuri cittadini nel settore eno-gastronomico, accrescendo la capacità innovativa del sistema produttivo regionale per determinare un riposizionamento più competitivo sui mercati interni e internazionali.

L’operatore della ristorazione, ha spiegato la Vice Preside Prof.ssa Francesca Corso, è una figura specializzata che possiede competenze funzionali nel settore alberghiero che nello specifico sostiene Io svolgimento di attività attinenti alla preparazione di piatti sulla base di ricettari e su indicazioni dello chef presso ristoranti, pizzerie, bar, alberghi e residence.

Il modello di domanda di iscrizione è reperibile presso la Segreteria didattica dell’I.I.S. R. Piria Via Modigliani – 89025 – Rosarno (RC), o scaricabile dal sito internet  istituzionale www.istitutopiriarosarno.gov.it

“Espanol: el Idioma del futuro”: il Piria di Rosarno continua il processo di internazionalizzazione e della didattica integrata.

“Nella società globalizzata, conoscere più lingue diverse dalla propria è oramai fondamentale”,afferma il Dirigente Scolastico Mariarosaria Russo, ecco perché al Piria di Rosarno, oltre alla lingua curriculare inglese, gli studenti del Liceo Scientifico hanno seguito il corso “ Espanol: el idioma del futuro” nell’ambito del PON competenze di base,condotto dalle professoresse Caterina Mucci ed Eleonora Contartese.   Lo  spagnolo, che è la seconda lingua più usata nelle comunicazioni internazionali, è in grado di collegare strettamente tra loro, oltre che l’Italia e la Spagna, da un punto di vista linguistico e economico, anche due continenti lontani fra loro: l’America Latina e l’Europa. Per le studentesse e gli studenti del Piria, l’apprendimento dello spagnolo è stato piuttosto immediato, poiché in presenza di una lingua romanza, dunque molto simile all’italiano nel lessico e nella formazione dei sintagmi. Lo spagnolo è una lingua  in vastissima espansione, grazie agli scambi culturali ed alle importazioni dei suoi prodotti. Oggi è una delle lingue ufficiali dell’ONU e delle sue istituzioni, dell’Unione Europea e di molti altri organismi internazionali. Le docenti hanno lavorato in modo armonico proponendo una didattica innovativa, con l’utilizzo della piattaforma  “Videoele  Nivel A” per forum tematici e spazi virtuali, Kahoot e il testomultimediale “Todo el Mundo Compacto”. In tal modo l’interesse degli apprendenti è stato sempre crescente ed entusiasmante,  e l’apprendimento è stato vissuto non come un trasferimento di contenuti rigidamente predefiniti, ma più come un processo creativo fluido e collaborativo, con l’uso del Cooperative learning. Gli studenti hanno avutoanche l’opportunità di conversare in lingua spagnola con le tirocinanti, Aida Gutierrez, Alicia e Anna Carolina, presenti al Piria, grazie al progetto Erasmus Placement. Ancora una volta l’Istituto ha creato un’atmosfera unica basata sulla didattica integrata e l’acquisizione di competenze trasversali, continuando, al contempo il processo di internazionalizzazione del curricolo e preparando  gli studenti da un punto di vista professionale e sociale per un contesto internazionale e multiculturale.  Il Dirigente Scolastico Mariarosaria Russo,   complimentandosi con le docenti per il successo del progetto, riprendendo le parole del linguista David Graddol, nella ricerca presentata al British Council, ha dichiarato che  lo Spagnolo sta diventando una lingua chiave per il futuro, pertanto conoscerla costituisce una garanzia in più per inserirsi, con maggiore facilità, nel mercato del lavoro italiano edinternazionale.