Archivi categoria: Ecological what else?

Progetto Europeo Erasmus Plus: Secondo incontro internazionale!

In partenza il secondo gruppo dei nove alunni più meritevoli della terza B e terza D del Liceo Scientifico ” R. PIRIA” di Rosarno, guidato dalla preside M. Rosaria Russo, per un’ altra meta straniera: dopo Vienna, ora Bratislava. Gli alunni saranno accompagnati, dal Professore Oliva Michele Director Manager del Progetto e dalla Professoressa di lingua inglese Barbieri Filomena.

Il Liceo infatti, partecipa, in qualità di scuola partner, al Progetto Europeo Erasmus Plus dal titolo ” Ecological, what else? Sustainable schools on the fast lane in Europe!” Una straordinaria opportunità formativa, dichiara la preside, che viene offerta ai nostri ragazzi, dove sono previste attività volte a sensibilizzare gli studenti e i docenti sull’importanza dell’ecosostenibilità e sui valori della diversità e della tolleranza. I risultati attesi saranno, quindi, oltre alla crescita delle competenze comunicative nella lingua inglese, anche l’acquisizione di competenze personali ed umane e a favorire l’acquisizione di comportamenti ecologicamente corretti,

Il Professore Oliva illustra le finalità di base cui tende il progetto, ovvero l’impegno di rendere la nostra scuola un luogo ecologicamente e socialmente sostenibile e di sviluppare la consapevolezza che le azioni individuali possono incidere nella creazione di un ambiente sostenibile.

In questo secondo Meeting, la nostra scuola presenterà in uno dei workshop previsti, un Report di monitoraggio, visibile sul sito della scuola e nei siti dell’Unione Europea, con i risultati di gradimento delle famiglie austriache degli studenti e degli insegnanti dei sei stati coinvolti, durante il primo meeting svolto in Austria.

Come si evince dal Report, curato gratuitamente nella stesura dei questionari dall’Ingegnere Rossella Oliva e per la parte grafica dalla società Exellentia Spa, vi è stata grande soddisfazione da parte di tutti.

Ora la seconda esperienza presso la scuola e le famiglie di Holic in Slovacchia. Si parte per ritornare arricchiti dallo scambio culturale e dallo scambio delle buone pratiche e pronti a contribuire al miglioramento continuo del Liceo Scientifico ” R. Piria”.

erasmus 1

Determina a contrarre per la scelta di un operatore economico mediante procedura comparativa ai sensi dell’art. 34 del D. I. n. 44/2001 e secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, per il servizio di trasporto aereo in SLOVACCHIA, co

Determina a contrarre per la scelta di un operatore economico mediante procedura comparativa ai sensi dell’art. 34 del D. I. n. 44/2001 e secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, per il servizio di trasporto aereo in SLOVACCHIA, con partenza 08/03/2015 e rientro 14/03/2015, nell’ambito del Progetto ERASMUS+ KA2 Partenariati strategici per n° 12 partecipanti.

Al via il progetto Erasmus Plus

Si è svolta, durante la settimana dal 30 novembre al 6 dicembre, la prima tappa del progetto Erasmus plus dal titolo “Ecological, what else? Sustainable schools on the fast lane in Europe!” che vede impegnate sei scuole di altrettanti stati europei, Italia, Austria, Slovacchia, Repubblica Ceca e Portogallo, per due anni scolastici, 2014/2015 e 2015/2016, con attività che hanno come obiettivo principale quello di rendere le sei scuole partner ecologicamente, socialmente ed economicamente sostenibili.

Il nuovo programma Erasmus+ combina tutti gli attuali regimi di finanziamento dell’Unione nel settore dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport, compreso il programma di apprendimento permanente, Gioventù in azione e cinque programmi di cooperazione internazionale e il programma di cooperazione con i paesi industrializzati.

Erasmus+ viene avviato in un momento in cui nell’UE quasi 6 milioni di giovani sono disoccupati, con livelli che in taluni paesi superano il 50%. Nello stesso tempo si registrano oltre 2 milioni di posti di lavoro vacanti e un terzo dei datori di lavoro segnala difficoltà ad assumere personale con le qualifiche richieste. Ciò dimostra il sussistere di importanti deficit di competenze in Europa. Erasmus+ affronta questi deficit fornendo opportunità di studio, di formazione o di esperienze lavorative all’estero.

La qualità e la pertinenza delle organizzazioni e dei sistemi europei d’istruzione, formazione e assistenza ai giovani saranno incrementate attraverso il sostegno al miglioramento dei metodi di insegnamento e apprendimento, a nuovi programmi e allo sviluppo professionale del personale docente, nonché attraverso una maggiore cooperazione tra il mondo dell’istruzione e il mondo del lavoro.

E’ motivo di grande orgoglio dunque per il Liceo Scientifico “R.Piria” di Rosarno partecipare e contribuire alla realizzazione di una così grande opportunità formativa. Lo è doppiamente per una scuola che, sotto la direzione della prof.ssa Mariarosaria Russo, è diventata uno dei più incisivi punti di riferimento culturali e sociali in un territorio, quale quello della cittadina di Rosarno, complesso e problematico.

Di grande impatto il primo meeting previsto dal progetto, con sede a Vienna. Gli allievi del Liceo Piria, selezionati tra i più competenti nell’uso della lingua inglese, sono stati ospitati da famiglie viennesi, vivendo in tal modo una full-immersion con la lingua e la cultura straniera. Accanto a loro, con funzioni di coordinamento e sostegno, il prof. Michele Oliva, referente del progetto, e le prof.sse Filomena Barbieri e Ivana Malara.

Numerose e di grande interesse le attività svolte insieme da alunni e docenti, di tutti e sei i paesi coinvolti, che hanno realizzato workshop attinenti alle tematiche ecologiche, di gestione di website e e-diary, discutendo inoltre, con impegno e professionalità, sulle forme possibili di cooperazione. Si evidenzia, a tal proposito, la grande disponibilità della scuola ospitante, dotata di ambienti recentemente rinnovati e perciò dotati di tutte le tecnologie necessarie alla didattica.

La settimana di permanenza a Vienna è stata infine arricchita da visite guidate alla città, ai musei e ai caratteristici mercatini natalizi. Un’esperienza completa, dunque, dal punto di vista culturale, professionale e didattico che vivrà la sua seconda tappa in Slovacchia.

erasmus 1erasmus 2

Approvato per il Liceo Piria il progetto Erasmus

1

Il Liceo “R. Piria” di Rosarno, con il progetto dal titolo “Ecological, what else? Sustainable schools on the fast lane in Europe!”superando la durissima selezione della Commissione Europea, si è classificato al primo posto in Europa ottenendo il punteggio di 100/100.

Grande l’entusiasmo della Dirigente Mariarosaria Russo e del Prof. Michele Oliva, che con un impegno lungo e gravoso, hanno confezionato un prodotto per i loro alunni, ritenuto il più valido d’Europa.

Il progetto vedrà impegnate sei scuole di altrettanti stati europei, Italia, Austria, Slovacchia, Repubblica Ceca e Portogallo, in due anni scolastici 2014/2015 e 2015/2016, in attività che hanno come obiettivo principale quello di rendere le 6 scuole partner ecologicamente, socialmente ed economicamente sostenibili.

Gli alunni provenienti dai sei paesi partner saranno al centro del progetto, e gli insegnanti li aiuteranno a sviluppare azioni concrete per trasformare ogni scuola partner in un luogo ecologicamente, socialmente ed economicamente sostenibile.

Questa partnership scolastica mira a rendere gli alunni e gli insegnanti consapevoli delle loro possibilità e in particolare mira a far adottare azioni individuali nel loro habitat, rendendolo un luogo ecologicamente e socialmente sostenibile.

L’Erasmus è una grande opportunità per l’Europa. Lo è doppiamente per il nostro territorio “ultimo degli ultimi”. L’impegno della Dirigente Mariarosaria Russo e del Prof Michele Oliva, con questo lavoro è stato rivolto a rispondere a due questioni che da sempre lacerano gli uomini che si spendono per la propria gente e per la loro terra:

Dimostrare di avere la capacità di intercettare i finanziamenti europei, con il solo scopo di dare benefici concreti ai nostri ragazzi e ai nostri territori.

Dare la possibilità ai nostri studenti, in questo periodo di crisi, di fare viaggi extranazionali e di vivere così un’esperienza altamente formativa, che lascerà una traccia indelebile nella loro formazione.

L’opening day per celebrare l’avvio del progetto sarà il 2 dicembre 2014

2