Archivi categoria: Erasmus+

Giunto a conclusione il progetto “Sentimos, Solucionamos y Decidimos” Erasmus+ KA2

Successo, passione, impegno e inclusione con il programma ERASMUS plus dal titolo Sentimos, Solucionamos y Decidimos, giunto alla fase conclusiva con la terza mobilità degli studenti a Rosarno.

20 giovani del Liceo di Parigi “Le Bourget” e dell’Istituto Xamfrà di Barcellona hanno seguito una settimana intensa di workshop in francese, inglese, spagnolo e italiano, affrontando la tematica delle emozioni con una didattica laboratoriale innovativa, alternativa e da Campus.

Il Dirigente Scolastico Mariarosaria Russo ha espresso soddisfazione per il progetto lusingando lo staff formato dalle docenti di lingua inglese Barbieri Filomena, Contartese Eleonora, Milea Mattia, Violi Saveria per la competenza e la professionalità dimostrata, impegnate anche in altri progetti ERASMUS, e il Project Manager Michele Oliva che sta pregiando l’Istituto Piria di riconoscimenti sul piano nazionale ed europeo. Un contributo interessante è stato fornito  dalla vice Preside Francesca Corso, dai docenti Alfredo Pudano e Fabio Frustaci che hanno  presentato un’appassionata lezione sulla fiducia in sé e nell’altro e dalla docente Iannì Santina con la quale tutto il team europeo ha prodotto un murales sulle emozioni, rappresentativo degli stati d’animo degli studenti che con una pennellata hanno lasciato un pezzo del loro cuore sulla parete del Piria “ questa è l’Europa delle emozioni dei giovani amici dell’Erasmus” afferma Oliva “l’Europa rappresentativa del motto Uniti nella diversità, perché il Piria è la scuola che include tutti”.

Una politica inclusiva atta a favorire la dimensione europea che intende far raggiungere agli studenti italiani, nel contatto continuo con i loro coetanei provenienti dalle altre scuole, gli obiettivi comuni della strategia Europa 2020, nel contesto di una più ampia crescita sociale e culturale.  

I lavori si sono conclusi con la cerimonia per la consegna dei Certificati di partecipazione KA2, con cui il Dirigente Scolastico Mariarosaria Russo, il Sindaco di Rosarno Giuseppe Idà e il Manager Michele Oliva hanno voluto omaggiare spagnoli, francesi  e il team Erasmus del Piria, sulle note di “Volare”, canzone simbolica per l’Istituto rosarnese che è sempre pronto a spiegare le ali del futuro dei giovani in Europa e nel mondo.  Il Dirigente Scolastico ha voluto concludere riportando una massima del filosofo americano Ralph Waldo Emerson come monito per i giovani a vivere le loro emozioni e l’amicizia basata sulla fiducia e il rispetto reciproco: “Lo splendore dell’amicizia non è la mano tesa, né il sorriso gentile, né la gioia della compagnia: è l’ispirazione spirituale che viene quando scopriamo che qualcuno crede in noi, ed è disposto a fidarsi di noi.”

Si è concluso il progetto “Rosarno Learning Destination”, Erasmus+ KA1: Job Shadowing

Il Piria di Rosarno sempre al passo con l’internazionalizzazione! L’occasione è stata offerta dal programma Erasmus + KA1 dal titolo “Rosarno Learning Destination” che ha consentito ai docenti e agli studenti provenienti dalla “Scola Basica e Secundaria de Calheta”, dell’Isola portoghese di Madeira, di confrontarsi e condividere esperienze metodologiche e laboratoriali con i docenti dell’Istituto “R.Piria” che hanno trattato gli argomenti di studio del progetto, in lingua inglese, intesa sempre come strumento di comunicazione primaria.

Undici studenti, divisi in due gruppi, hanno seguito le attività pratico-teoriche di Informatica, proposte a Rosarno con metodi innovativi e in particolare basati sull’apprendimento di Algoritmi complessi, Database – MySQL – HTML – PHP, e lezioni di lingua inglese e francese relative all’apprendimento della terminologia specifica per lo sviluppo della comunicazione in lingua straniera, su tematiche del turismo  e nello specifico del turismo rurale,  utili al loro prossimo step in Europa: il mondo del lavoro.  Il percorso di studio è stato affiancato dal tirocinio in aziende locali, strutture ricettive e da lezioni presso l’Università “Mediterranea” di Reggio Calabria.

Anche i docenti portoghesi hanno potuto svolgere attività di Job Shadowing nelle classi del Liceo Scientifico e dell’ITE di Laureana di Borrello, osservando una metodologia innovativa concepita nell’ottica del trasferimento di best practice, ai colleghi, una volta rientrati nella scuola di appartenenza.  

Il Dirigente Scolastico Mariarosaria Russo ha espresso compiacimento per il progetto, complimentandosi con tutto lo staff coordinato dalla Vice Preside Francesca Corso e formato dalle docenti di lingua inglese Barbieri Filomena, Contartese Eleonora, Milea Mattia, Violi Saveria, per l’impegno e la professionalità dimostrati, e con il Project Manager prof. Michele Oliva che sta pregiando l’Istituto Piria di onorificenze e cultura europee. Un contributo interessante è stato fornito dai docenti Fabio Frustaci, Caterina Fassari, Marcello Messina e Santina Iannì per i percorsi di istruzione in Computer Science e Arte.

“Siamo in Europa e il programma Erasmus continua a darne conferma quotidiana” afferma Oliva “non ci stancheremo di stare al passo con l’Europa in un processo di internazionalizzazione iniziato già con precedenti iniziative e che fa dell’Istituto Piria la scuola europea del futuro”.

Una politica educativa, quindi, per favorire la dimensione europea che intende far raggiungere agli studenti italiani, nel contatto continuo con i loro coetanei provenienti dalle altre scuole, gli obiettivi comuni della strategia Europa 2020, nel contesto di una più ampia crescita economica e sociale. Le attività di Job Shadowing, intercorse durante ben 15 giorni, sono state intervallate da visite culturali, mirate a far conoscere e apprezzare le bellezze paesaggistiche “mare-monti” della Calabria, da Scilla, Tropea, Pizzo a Camigliatello Silano, a Gambarie, da Medma a Stilo che con meraviglia e incanto, anche questa volta hanno lasciato “breathless” i partner europei.

I lavori si sono conclusi con la cerimonia ufficiale per la consegna dei Certificati di partecipazione KA1, con cui il Dirigente Scolastico Mariarosaria Russo e il Manager Michele Oliva hanno onorificato la delegazione portoghese e il team Erasmus del Piria, pronto a ripartire con entusiasmo ed avvincente dinamismo europeo.

Concluso il meeting Erasmus+ “Efficient Usage of natural resources” al Piria di Rosarno

Qui di seguito il servizio di pianainforma.it sul meeting Erasmus+  “Efficient Usage of natural resources”  conclusosi presso l’Istituto “R.Piria” di Rosarno.

Occasione di grande orgoglio e successo per la Dirigente Mariarosaria Russo, il prof. Michele Oliva, responsabile del progetto, e tutto lo staff Erasmus.

Il Piria vince l’Erasmus plus Award con il progetto Erasmus “Sustainable schools on the fast lane in Europe”.

E’ stata l’antica e prestigiosa Università di Vienna ad accogliere la delegazione dell’Istituto d’Istruzione Superiore “R.Piria” di Rosarno, il 30 novembre scorso, per ricevere l’ERASMUS Award, per il progetto “Ecological, what else? Sustainable schools on the fast lane in Europe” classificato tra i cinque migliori progetti in Europa.  

Il Dirigente Scolastico Mariarosaria Russo esprime orgoglio per l’ennesimo successo  e impegno degli studenti e dei docenti Oliva Michele, Manager del Progetto, e Filomena Barbieri, docente di lingua inglese che ha seguito tutti gli step del progetto con competenza, serietà e puntualità indiscusse.

La manifestazione si è tenuta nella magnifica Sala asburgica delle Cerimonie dell’Università, in occasione  del  30esimo anniversario della nascita di  Erasmus plus, il programma che, come ha  dichiarato il Prof. Oliva, riprendendo le parole del Presidente della Commissione Ue  Juncker,  “è un investimento nel futuro dei giovani e del nostro ideale europeo”, si tratta, infatti, di un’esperienza di vita che arricchisce  sia dal punto di vista professionale che personale,  e che ha formato in trenta anni una generazione dotata di mentalità aperta e  di spirito imprenditoriale.

La giornata ha visto la presenza di politici e leader di rilievo tra cui il sindaco di Vienna,  Stefan  Zotti  presidente OeAD- GmbH  – Agenzia Centrale Europea per la mobilità e cooperazione internazionale , il Ministro della Formazione Sonja Hammerschmid,  il Capo dipartimento del Ministero della Pubblica Istruzione Elmar Pichl, il rappresentante della Commissione Europea in Austria  Joerg  Wojahn e  Ernst Gesslbauer  presidente dell’Agenzia Nazionale  austriaca Erasmus plus.

Il progetto “Ecological What else? Sustainable schools on the fast lane in Europe, articolato sulle due annualità 2014-2016 e che annovera tra i partner ben sei Paesi europei (Austria, Repubblica Ceca, Portogallo, Turchia, Slovacchia e Italia) ha raggiunto tutti gli obiettivi prefissati sul piano transnazionale.  Di imponente rilevanza è stata la sentita e mirata campagna di disseminazione per il rispetto ambientale tramite workshop, seminari, convegni, durante i quali sono state affrontate problematiche relative all’ambiente e all’ecologia e a cui hanno preso parte importanti autorità politiche e sociali del nostro territorio. Grazie al progetto, presso il Liceo Scientifico è stata attivata la raccolta differenziata per rendere la scuola socialmente ed economicamente sostenibile, azione che ha prodotto un impatto molto positivo, riuscendo a sensibilizzare studenti e docenti e a coinvolgere tutta la comunità scolastica. Ancora una volta il programma Erasmus plus ha sviluppato competenze specifiche: gli studenti hanno implementato la conoscenza della lingua inglese, la capacità di confrontarsi e di mettersi in gioco sul piano europeo, il civic engagement, muovendosi come cittadini liberi e consapevoli nelle capitali europee dei Paesi partner.

E’ stato ancora una volta, un momento unico ed entusiasmante per la delegazione degli studenti del Liceo Scientifico Cimato Domenico, Corsaro Matteo, Mammola Mattia, Mantegna Emanuele, Pirrello Alessandro, Calì Ferdinando, Il Grande Simone, La Rocca Giuseppe, Rottura Francesco, Pellicanò Francesco, che hanno ricevuto personalmente il meritato Premio, toccando con mano la concretizzazione del progetto trasformata in successo. 

“Già nel mese di settembre il nostro progetto aveva ottenuto un prestigioso riconoscimento da parte della Commissione Europea considerato come “Storia di Successo”, Premio di elevato prestigio con la pubblicazione di tutti i materiali in un sito web creato appositamente e inserito nella pagina web del Ministero dell’istruzione della UE, visibile come storia di successo” afferma il Dirigente Scolastico, con fierezza “ora siamo allo step conclusivo”. 

“Il nostro percorso sul piano transnazionale non si ferma qui” dichiara in conclusione il Manager Michele Oliva “continueremo a percorrere insieme le vie dell’Europa per fare dei nostri studenti, cittadini europei che plasmeranno il futuro della società”

fotogallery