Archivi categoria: Varie

Il Piria di Rosarno tra i protagonisti del progetto CIAK: un processo simulato per evitare un processo vero, con il video su Cinisi e Peppino Impastato

Si è concluso il progetto CIAK: un processo simulato per evitare un processo vero presso il Pala Valentia, dove l’Istituto d’Istruzione Superiore “R. Piria di Rosarno ha partecipato con

Le delegazioni di studenti di Rosarno e Laureana di Borrellocoordinati dal Dirigente Scolastico Mariarosaria Russo e dalla referente del progetto Professoressa Eleonora Contartese.

Il  progetto promosso dal Tribunale dei Minori di Catanzaro, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale Calabria haavuto un’ elevata valenza educativa, in quanto gli alunni hanno sperimentano da attori quelli che sono gli effetti devastanti e a volte irreparabili, del cyberbullismo. Gli studenti, presso la sede del tribunale di Minori di Reggio Calabria, si erano già cimentati nella simulazione di un processo penale, seguendo il copione “La Tavernetta”, con l’obiettivo prioritario di combattere il bullismo per vivere la scuola con maggiore serenità contrastando atti che a volte possono rivelarsi irreparabili. Gli studenti-attori M. Misiani, M. Furfaro, Angiolini, F. Bruzzese, S. Gaudino, P. Cutuli,  S. Urzia, M. C. Bellissimo, F. Digiglio, D. Andriello, J. Eboli, G. Rombolà, A.Cavallaro, A. Virgillo, E. Moraca, V. Nicolaci, V. Piccolo, M. Chindamo, A. Morano, D. Dinami, hanno entusiasmato i giudici onorari del Tribunale Roberta Mallamaci e Luciangela Piras, per la passione nell’interpretazione rendendo vivo e attualissimo il copione. E’ necessario,evidenzia la Preside Russo, che gli studenti  imparino a contrastare il fenomeno del bullismo in tutte le sue manifestazioni, con azioni a carattere preventivo e con una strategia di attenzione, tutela ed educazione nei confronti dei minori coinvolti, sia nella posizione di vittime sia in quella di responsabili di illeciti, assicurando l’attuazione degli interventi. Si tratta pertanto di un progetto educativo che invita alla legalità e alla cittadinanza attiva, tanto che al Pala Valentia gli studenti protagonisti hanno presentato un video per raccontare l’esperienza vissuta a Cinisi, in particolare la visita a casa memoria di Peppino Impastato.   All’incontro hanno preso parte il giudice Mallamaci, il presidente del Tribunale dei Minori Chiodo, lo staff di Ciak e tutte le scuole della Regione coinvolte. Alla fine della manifestazione,  gli studenti del Piria hanno ricevuto la targa e gli attestati di partecipazione a tutte le fasi del progetto, pronti a continuare l’esperienza anche in futuro.

 

Conferito Premio Valarioti-Impastato al Procuratore Pignatone

Consegnato il mese scorso, presso la Procura di Roma, il Premio Nazionale Valarioti Impastato a Giuseppe Pignatone, Procuratore Capo della Repubblica di Roma,attualmente in pensione.

Una delegazione di studenti e docenti del Piria,Eleonora Contartese e Saveri Violi,,con in testa la Preside Mariarosaria Russo ,accolta dal Procuratore con grande affetto,ha conferito il prestigioso riconoscimento con le seguenti motivazioni elaborate dal Comitato tecnico scientifico,Presieduto da Prof. Mario Bruno Belsito e dai Presidenti Giovanni Impastato. E Antonio Bottiglieri.

Acuto conoscitore dei fenomeni ‘ndranghetistici, è legato alla Calabria da un profondo rapporto d’amore, che si è  esplicato anche con il contatto con il mondo della scuola.  Ai giovani di Rosarno, che lo hanno ascoltato ammirati, ha indirizzato l’invito ad operare, anche a costo di sacrifici e rinunce, per riappropriarsi della loro città, che non può essere abbandonata nella mani dei mafiosi; e quindi ad alzare la testa per imporre il proprio ideale senza lasciarsi sottomettere da quelli che vogliono impedire loro di fissare lo sguardo verso il cielo. Ai giovani ha ancora indicato l’importanza di dare esempio di legalità nel vivere quotidiano, nella consapevolezza che dove non c’è legge, là c’è la ‘ndrangheta; e che bisogna scegliere senza servirsi di scorciatoie: o stare nella legalità o dalla parte opposta! Ha detto loro di non sentirsi predestinati, ma liberi di scegliere un’altra vita; di considerarsi l’espressione migliore di questa terra, che devono immensamente amare, nonostante le profonde laceranti contraddizioni e le sofferenze che procura, ricordando loro – come Paolo Borsellino – che “il vero amore consiste nell’amare ciò che non ci piace, per poterlo cambiare”.L’incontro,al quale ha anche partecipato anche il Procuratore aggiunto Michele Prestipino,si è concluso con il prezioso dono da parte del Procuratore Pignatone alla Preside Russo del libro con dedica, “Modelli Criminali”in cui ancora una volta viene esaltata l’esperienza del Piria di Rosarno,unica scuola d’Italia visitata dal Procuratore Pignatone, oltre che focalizzata l’attenzione sulla pedagogia delle scelte responsabili applicata dalla preside Russo ai giovani a rischio,come metodologia educativa rivoluzionaria.

Documentazione nuovo esame di stato

1 Il Nuovo Esame di Stato in progress agg_10 marzo 2019ok

2 Bozza Documento 15 maggio

7 ordinanza-ministeriale-205-dell-11-marzo-2019-istruzioni-organizzative-e-operative-esame-di-stato-ii-ciclo-a-s-2018-2019 (1) O.M. 205

3 Workshop – Scheda di lavoro per la conduzione del colloquio – Giorgio Cavadi

QDR AFM ITSI2

QDR AFM ITRI 1

5 All_4_IP01 QDR SERVIZI AGR 22 11 ipsasr ok

QDR AFM ITAF 1 2 PROVA

Format Studente Il mio percorso per le competenze trasversali e per lorientamento- Filippo Ciancio

4 Schede di valutazione prove scritte e colloquio – Liceo linguistico

6 decreto-ministeriale-37-del-18-gennaio-2019-colloquio