IL “ PROGETTO MARTINA” AL LICEO PIRIA DI ROSARNO CON I LIONS CLUBS GIOIA TAURO-PIANA E POLISTENA BRUTIUM

Si  è  svolto presso  l’Auditorium del Liceo Scientifico R. Piria di Rosarno  il  seminario  sul tema specifico della prevenzione  nell’ambito del  Progetto Martina,  parliamo con i giovani dei tumori -lezioni contro il silenzio.

Con il  patrocinio dei ministeri della Salute e Istruzione e del Senato della Repubblica  l’iniziativa, lanciata dai Lions italiani nel 2011, è  oggi uno dei maggiori progetti attuati in Italia, per la prevenzione oncologica giovanile. Il nome Progetto Martina si ispira infatti al

nome di una ragazza di Padova, morta a causa di un tumore, la quale incoraggiava i medici dicendo loro “informate ed educate i giovani ad avere maggior cura della propria salute“

Consapevole che l’attenzione alla salute debba cominciare fin dalla  più giovane età  e che  l’informazione alla prevenzione e alla diagnosi precoce  sono le uniche armi per  la lotta contro i  tumori  la preside, Mariarosaria Russo,  ha  voluto che anche quest’anno, per il  quarto anno consecutivo,  si

parlasse di “Martina” agli studenti della  terza  Liceo.  Un momento di profonda riflessione e di grande  valore pedagogico – culturale proposto  dal  service dei Lions Club  di Gioia Tauro-Piana   unitamente  al Lions Club Polistena Brutium .  Il   Responsabile del progetto Martina per il Service  Presidente Lions Club Gioia Tauro Piana,   Dott Giuseppe Ribuffo,  ha aperto i lavori ed ha invitato per un breve saluto  i Presidenti di Circoscrizione  (zone  26 e 25)   dott.ri  Mimmo Futia e Pasquale Marino,

il  Presidente dell’VIII  Circoscrizione dott.  Pino Naim  e la dott.ssa Pasqualina Gangemi  Specialist Circoscrizionale per il Progetto Martina.   Dopo i saluti di rito, la prof.ssa Messineo , responsabile del Dipartimento di Scienze del Liceo, nonché  socia Lions,  ha coordinato l’intervento di alunni del quarto anno che hanno voluto testimoniare  circa la ricaduta e l’efficacia dell’informazione  appresa l’anno precedente  sottolineando come  il service ha indotto in loro  atteggiamenti sicuramente più attenti in merito alla prevenzione in particolar modo per quanto  riguarda l’autopalpazione, la vaccinazione e gli stili di vita.    I relatori presenti hanno coinvolto i ragazzi sulla tematica della  prevenzione  mettendo in evidenza  che i   tumori giovanili si possono combattere soprattutto  con la conoscenza invitando   ognuno di loro   ad adottare comportamenti tali da modificare in meglio il proprio  stile di vita divenendo così protagonisti   della prevenzione dei tumori.   Hanno relazionato sui vari argomenti il dott. Pino  Ribuffo, Dermatologo,  il dott. Eduardo Macino , Patologo clinico,  il dott Giuseppe Zampogna , Pediatra, il dott Saverio Cambareri  medico estetico- nutrizionista, il dott

 Romeo , Otorinolaringoiatra .  Si è relazionato  su  linfomi e  leucemie, sulla  necessità  di assumere adeguati stili di vita , del  cancro al collo dell’utero, dei tumori della pelle, dei  testicoli e  dei tumori della laringe.  Toccante l’intervento  dalla prof.ssa D’Agata  che ha voluto condividere con i presenti  un messaggio di speranza  su  come la diagnosi tempestiva  e le terapie combinate possono far guarire dalla

leucemia.

Grande interesse da parte degli alunni del Liceo Scientifico   che, dopo  il seminario,   hanno  concluso l’evento  formativo/informativo   rispondendo al

  questionario di apprendimento/gradimento.