“Espanol: el Idioma del futuro”: il Piria di Rosarno continua il processo di internazionalizzazione e della didattica integrata.

“Nella società globalizzata, conoscere più lingue diverse dalla propria è oramai fondamentale”,afferma il Dirigente Scolastico Mariarosaria Russo, ecco perché al Piria di Rosarno, oltre alla lingua curriculare inglese, gli studenti del Liceo Scientifico hanno seguito il corso “ Espanol: el idioma del futuro” nell’ambito del PON competenze di base,condotto dalle professoresse Caterina Mucci ed Eleonora Contartese.   Lo  spagnolo, che è la seconda lingua più usata nelle comunicazioni internazionali, è in grado di collegare strettamente tra loro, oltre che l’Italia e la Spagna, da un punto di vista linguistico e economico, anche due continenti lontani fra loro: l’America Latina e l’Europa. Per le studentesse e gli studenti del Piria, l’apprendimento dello spagnolo è stato piuttosto immediato, poiché in presenza di una lingua romanza, dunque molto simile all’italiano nel lessico e nella formazione dei sintagmi. Lo spagnolo è una lingua  in vastissima espansione, grazie agli scambi culturali ed alle importazioni dei suoi prodotti. Oggi è una delle lingue ufficiali dell’ONU e delle sue istituzioni, dell’Unione Europea e di molti altri organismi internazionali. Le docenti hanno lavorato in modo armonico proponendo una didattica innovativa, con l’utilizzo della piattaforma  “Videoele  Nivel A” per forum tematici e spazi virtuali, Kahoot e il testomultimediale “Todo el Mundo Compacto”. In tal modo l’interesse degli apprendenti è stato sempre crescente ed entusiasmante,  e l’apprendimento è stato vissuto non come un trasferimento di contenuti rigidamente predefiniti, ma più come un processo creativo fluido e collaborativo, con l’uso del Cooperative learning. Gli studenti hanno avutoanche l’opportunità di conversare in lingua spagnola con le tirocinanti, Aida Gutierrez, Alicia e Anna Carolina, presenti al Piria, grazie al progetto Erasmus Placement. Ancora una volta l’Istituto ha creato un’atmosfera unica basata sulla didattica integrata e l’acquisizione di competenze trasversali, continuando, al contempo il processo di internazionalizzazione del curricolo e preparando  gli studenti da un punto di vista professionale e sociale per un contesto internazionale e multiculturale.  Il Dirigente Scolastico Mariarosaria Russo,   complimentandosi con le docenti per il successo del progetto, riprendendo le parole del linguista David Graddol, nella ricerca presentata al British Council, ha dichiarato che  lo Spagnolo sta diventando una lingua chiave per il futuro, pertanto conoscerla costituisce una garanzia in più per inserirsi, con maggiore facilità, nel mercato del lavoro italiano edinternazionale.