primo premio Miur-IMI- Piria di Rosarno

Ancora un prestigioso riconoscimento per l’Istituto Piria di Rosarno, nell’ambito del Concorso “Il sole per amico: impariamo a proteggere la pelle”, aperto alla partecipazione di tutte le scuole italiane di ogni ordine e grado. Una delegazione di giovani delle classi 5 C e 5 D del Liceo scientifico,con a capo il Dirigente scolastico,Prof.ssa Mariarosaria Russo,nella sede del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca presso la Sala Aldo Moro, sono stati insigniti del Primo Premio Nazionale per il settore Istituti Superiori  di 5.000 euro oltre una targa.

Il lavoro di ricerca  è stato condotto dagli allievi medmei sotto la direzione della Direttrice del Dipartimento di Scienze, prof.ssa  Arianna Messineo, ed ha avuto come filo conduttore  la campagna di sensibilizzazione tra i giovani per promuovere una corretta esposizione ai raggi solari e prevenire i tumori della pelle.

Il concorso, sotto l’egida del Miur, è stato promosso dall’Imi, Intergruppo melanoma italiano, proprio allo scopo di rendere gli studenti edotti sulla necessità di debellare una delle patologie più insidiose a livello giovanile attraverso una corretta informazione.

Il Premio è stato consegnato dal presidente Imi  Prof.Giuseppe Palmieri, alla presenza di insigni docenti universitari e di alti dirigenti del MIUR,tra i quali la dott.ssa Maria Costanza Cipullo, della Direzione Generale per lo Studente ,l’Integrazione e la Partecipazione,Referente per la prevenzione e la promozione della salute per il MIUR alla quale la preside Russo ha lanciato una proposta apprezzatissima  dal MIUR per la realizzazione al Piria di Rosarno di un laboratorio di ricerca scientifica che si occupi,mettendo in rete gli istituti superiori del territorio nazionale,con il supporto dell’IMI, di prevenzione e disgnosi precoce del melanoma cutaneo.

Nel corso della cerimonia l’allieva Paola Donato ha illustrato il percorso  di ricerca intrapreso assieme ai suoi compagni di liceo Federica Acquistapace, Francesco Rottura, Alessandro Geria ,Mattia Mammola,Cristina Rizzo  per la realizzazione del lavoro premiato.