mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOGGI107
mod_vvisit_counterIERI129
mod_vvisit_counterQUESTA SETTIMANA1460
mod_vvisit_counterSETTIMANA SCORSA2051
mod_vvisit_counterQUESTO MESE5224
mod_vvisit_counterMESE SCORSO12547
mod_vvisit_counterTUTTI219266
Login



Home
Banner

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE "R.PIRIA" ROSARNO

Gemellaggio Meta-Rosarno

Servizio di Rai3 Calabria

 

Gemellaggio Meta-Rosarno

Nell'ambito del progetto didattico-educativo "Gerbera gialla 2014" si è tenuto, martedi 25 marzo, presso la sala Federica Monteleone del Consiglio Regionale, un incontro indetto dall'Associazione Antimafia Riferimenti e l'Istituto d'Istruzione Superiore "R. Piria" di Rosarno e Laureana di Borrello. L'evento ha voluto celebrare un gemellaggio tra il Liceo "Publio Virgilio" di Meta-Sorrento e gli allievi del Liceo rosarnese, da anni impegnati in un percorso educativo sui principi della legalità, sotto la guida del Dirigente Mariarosaria Russo, Coordinatore Nazionale per il reparto scuola dell'Associazione Riferimenti.

La scelta non è stata casuale, ma è nata dalla necessità di mettere in rete due realtà, Meta e Rosarno, simbolo per la soffocante presenza della criminalità organizzata, ma anche esempi di reazione ed impegno nel recupero delle giovani generazioni al sistema della camorra e della ndrangheta.

I lavori sono stati introdotti da Adriana Musella che con orgoglio e soddisfazione ha presentato le Autorità presenti, tutte simbolo di grande impegno nel campo della Giustizia e nella difesa dei valori più alti dello Stato.

Primo a parlare, Il Procuratore Capo di Reggio Calabria, Cafiero De Raho, che ha evidenziato il profondo significato della parola libertà, chiarendo quanto sia più importante "essere liberi piuttosto che vivi, perché la schiavitù non è vita". Ma la libertà va difesa da tutti, anche i più giovani, con impegno quotidiano. Ognuno di noi deve essere consapevole dei propri comportamenti. " Rimproveriamoci quando non sappiamo reagire all'ingiustizia. Il primo giorno avremo paura, il secondo, proveremo vergogna, ma il terzo, reagiremo" ha detto infatti il Procuratore, rivolgendosi alla giovane platea con emozione e compartecipazione.

In piena sintonia, le parole del Sostituto Procuratore Ottavio Sferlazza che, ricordando le vittime di mafia, ha precisato come la memoria non debba essere solo commemorazione, ma soprattutto strumento di rimozione di quell'atteggiamento di negazionismo della mafia, che ha ancora troppo consenso sociale.

Infine, il Sostituto Procuratore Giuseppe Lombardo ha invitato gli studenti a non ingannare e soprattutto non ingannarsi, accontentandosi di risposte che non convincono pienamente. Ricordando la figura del filosofo calabrese Tommaso Campanella, ha riferito il motto del celebre pensatore, affinchè i giovani possano farlo proprio. "Non tacerò e non mi faranno tacere" dovrebbe diventare la parola d'ordine di una generazione che voglia veramente riscattare il proprio diritto alla libertà di essere cittadini onesti.

Sul palco, accanto alle autorità, anche due studentesse, Martina Rossi e Maura Cappillo, che hanno raccontato cosa significhi per le rispettive scuole, il "Piria" di Rosarno e il "Virgilio" di Meta, vivere percorsi educativi che formano ad una nuova coscienza sociale e legalitaria. Di seguito, Il Dirigente Mariarosaria Russo ha ringraziato la prof.ssa Carmen Sicignano, rappresentante del Liceo sorrentino e impegnata attivamente in progetti educativi per lo sviluppo della cultura dell'antimafia. Incisive le parole con cui la dirigente, per commentare in chiusura l'importante evento celebratosi, ha riportato le parole del prof. Nuccio Ordine, autore del saggio "L'utilità dell'inutile" e già ospite del liceo di Rosarno, ricordando che "L'inutile, che è il sapere, è tutto ciò che ci serveveramente."

 

gemellaggio

 

Riconoscimento “Legalità e Cultura Dell’Etica 2013/2014” alla Preside Mariarosaria Russo

Prestigioso riconoscimento alla Preside del Piria di Rosarno, Mariarosaria Russo e ai sui studenti nell'ambito del FORUM "Immigrazione: la ricchezza delle diversità, un'opportunità per cambiare la vita di tutti".

Presso il Comando generale della Guardia di Finanza, Salone d'onore della Caserma "Gen.B. Sante Laria" , è stato conferito Venerdì 21 marzo il riconoscimento "Legalità e Cultura Dell'Etica 2013/2014" dal Colonnello Joselito Minuto del Comando generale della Guardia di Finanza, alla presenza di autorità del panorama internazionale tra cui Piero Grasso,Presidente del Senato della Repubblica (tra i premiati), Emma Bonino già ministro degli Affari Esteri, Cecil Kyenge già Ministro dell'Integrazione, Jean-Leonard Touadi,Consigliere politico al Ministero degli Affari Esteri, Paolo Ruffini Direttore di La7, Silvia Calandrelli, Direttore Rai Educational, Antonio Cutulo della direzione generale del Miur, Lucia Goracci giornalista Rai news 24, Peter Schatzer dell'OIM, Organizzazione Internazionale per le migrazioni, Giusy Nicolini, Sindaco di Lampedusa e i governatori dei più prestigiosi Rotary Club italiani tra cui Emanuele Miano del Club Nicotera Medma e il delegato distrettuale Giacomo Saccomanno.

Il premio è stato conferito per la realizzazione di un video, sintesi di tutte le attività promosse dall'Istituto a favore dei migranti, dai corsi di alfabetizzazione di lingua italiana al centro di raccolta e smistamento di beni di prima necessità realizzato all'interno delle palestre della scuola e gestito dagli studenti, dalla collaborazione alla mensa di Mamma Africa alle varie attività culturali e teatrali condivise con gli immigrati in difficoltà.

In un contesto caratterizzato da una dimensione multiculturale e globalizzata, gli allievi e i docenti hanno sempre operato al fine di acquisire nuove consapevolezze e capacità di ricercare soluzioni adeguate ai bisogni ed alle esigenze dei più deboli; l'Istituto si è sempre distinto con una sensibilità che si esplica nella formazione globale dell'allievo, garantendo il diritto all'istruzione,alla cittadinanza, all'educazione,costruendo un'istituzione educativa culturalmente aperta all'altro, ai processi innovativi, ma soprattutto capace di progettare, realizzare,valutare gli interventi volti alla qualificazione dell'offerta formativa educando ad una convivenza civile e democratica e valorizzando l'alterità.

Visibilmente emozionata la Preside ha dichiarato che "la sua scuola, grazie ad un affiatatissimo staff di docenti, svolge una funzione preziosa ed insostituibile nella promozione di una società inclusiva e nella quale i saperi di cittadinanza e di responsabilità possano formare individui disposti a farsi carico di scelte impegnative oggi fortemente richieste,promuovendo non solo il diritto allo studio, ma il diritto di appartenenza e quello di cittadinanza, assicurando la partecipazione piena alla vita sociale, culturale e politica, lavorando,altresì, in una prospettiva pluralistica, che miri concretamente a valorizzare, rendendole reciprocamente produttive, tutte le differenze che già affollano la nostra scena sociale e le molte altre che ci auguriamo le nuove generazioni possano e vogliano produrre."

 

.presidente senato 1

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 21 Marzo 2014 15:47 )

 

Grande successo per il Musical "Evita. Una donna, una storia"

Esaltante performance degli studenti del Piria di Rosarno che hanno allestito uno splendido Musical dal titolo "Evita, una donna una storia". Il Musical ha riscosso un inenarrabile successo di pubblico all'interno di un Auditorium gremito in ogni dove, soprattutto per l'attualità del messaggio che ha consacrato Eva Peron come donna spregiudicata, ma anche coraggiosa,forte e determinata. Sempre al fianco del generale Peron, ha fatto conoscere la realtà argentina in tutta Europa dedicando il suo impegno civile ai poveri, i cosiddetti descamisados, che la ricorderanno sempre come eroina e benefattrice. La sua immagine divenne di culto nel suo paese e la sua autobiografia , " La razòn de mi vida" divenne testo obbligatorio nel sistema educativo argentino. Evita diventa nell'immaginario politico emblema di donna con una particolare capacità di guardare verso l'ignoto e tentare di superalo,ha a dichiarato la preside Mariarosria Russo, tanto da essere definita il "capo spirituale della nazione",sottolineando altresì quanto sia preziosa l'attività drammaturgico-teatrale in presenza soprattutto di studenti deboli, diversamente speciali o alunni di provenienza culturale diversa, per promuovere il processo di integrazione e socializzazione.

Gli alunni, con le loro voci, il loro entusiasmo e soprattutto con la convinzione che Evita merita di essere ricordata come simbolo dell'impegno sociale, di chi sta dalla parte del popolo e di chi ne ha rappresentato lo spirito autentico, hanno saputo incarnare gli stessi valori che quotidianamente vengono trasmessi loro dai docenti e dalla preside sempre attenti ai bisogni e a sostenere i loro sogni. Un valido esempio,Evita, quindi, di donna che deve far riflettere sull'importanza di valori come il coraggio, la generosità e soprattutto il sostegno ai deboli.

Una scelta ampiamente condivisa da tutti i docenti che hanno curato l'iniziativa, Angela Alessi, Francesca Corso,Ivana Malara, Saveria Violi, Carmen Vona, dagli alunni, dal dott. Aldo Borgese che ha curato i servizi tecnico-audio, e, in primis dalla Preside, è stata quella di non far apparire in scena le armi, neanche quando momenti di rivolta e disordini sociali lo avrebbero richiesto. Questo perché la scuola come modus vivendi è aperta ad ogni forma di dialogo ed integrazione e si discosta da ogni forma di odio e di violenza. Si è voluto rappresentare "Evita" con la gioia della musica e l'ironia del racconto, esaltando quella donna che nella sua autobiografia scrisse: " Ho scoperto nel mio cuore un sentimento fondamentale che mi domina completamente lo spirito e la volontà: l'indignazione dinanzi all'ingiustizia".

Fare teatro a scuola non significa sospendere la pratica consuetudinaria dell'insegnamento delle materie, ma attivare momenti di apprendimento, presa di coscienza e socializzazione che sono assolutamente complementari alla scuola "tradizionale", in quanto si prendono cura di aspetti della crescita globale della persona,insegnando che per cogliere la profonda essenza delle cose bisogna guardare oltre le apparenze.

 

Imusical 2

P.S

Presenza tv tedesca

Protagonisti principali:

Evita giovane HINDA FARHAT

Evita adulta FRANCESCA CIURLEO

Magaldi FRANCESCO RAO

CHE CLAUDIO BORGESE

Peron GIOVANNI IANNIZZI

 

Il Liceo Piria di Rosarno alla conquista dello spazio

spazio

Un esperimento di altissimo valore tecnico, scientifico e culturale verrà lanciato nello spazio per la prima volta in Italia, da un gruppo di studenti del Liceo Piria di Rosarno grazie alla collaborazione siglata tra l'Istituto e l'Associazione Magna Grecia Aerospace, la stessa che già lo scorso anno realizzò l'impresa di portare una sonda a 39865 meri di altitudine per la prima volta e di compiere delle ricerche scientifiche in collaborazione con importanti Istituti di ricerca d'oltre oceano.

Questo progetto nasce all'interno di un contesto altamente scientifico ed è finalizzato a coinvolgere gli studenti delle superiori affinché i ragazzi possano affacciarsi alla cultura aerospaziale divertendosi ed effettuando in prima persona un esperimento che come per le sonde lanciate dalle importanti organizzazioni come la NASA mira a raggiungere i confini con lo spazio e ad effettuare importantissime ricerche che verranno successivamente pubblicate nonché a raccogliere video e immagini del Sud Italia così come verrebbe visto dagli astronauti delle missioni spaziali.

Questo significativa esperienza si svolgerà nell'ambito del "Progetto HORUS III", patrocinato dalla Provincia di Reggio Calabria. Per il progetto verranno selezionate 4 eccellenze tra gli alunni dell'istituto che inizieranno da subito a lavorare alla progettazione insieme ai docenti e agli esperti.

Con HORUS III verrà lanciato un pallone sonda a elio nella Stratosfera terrestre a una quota stimata di circa 40000 metri s.l.m., tentando di superare addirittura il precedente record di altitudine stabilito lo scorso anno Il pallone porterà con se la "Sonda Leonardo" con una strumentazione scientifica studiata ad hoc per questa missione e un carico utile frutto di un'attentissima e rigorosa progettazione che verrà effettuata nei prossimi mesi all'interno dei laboratori del Liceo Piria.

Il carico utile è composto da videocamere per la registrazione di video e immagini in alta definizione che permetterà di vedere la Terra così come viene vista dagli astronauti durante i viaggi nello spazio; la parte più interessante del carico utile è composta da una strumentazione per la ricerca scientifica, un sistema di sensori per l'analisi ambientale che verrà impiegato per la registrazione durante il volo dei dati relativi alla pressione e alla temperatura e per lo studio dell'ozono e di alcuni gas nei vari strati dell'atmosfera;sarà inoltre presente anche un secondo sistema per lo studio dei raggi cosmici primari chiamato ERGO, gentilmente concesso per la missione HORUS, che rientra all'interno del progetto ERGO Telescope del prof. Tom Bales del M.I.T di Boston. Verrà inoltre compiuto all'interno della missione un importante studio che permetterà agli studenti di capire come le condizioni critiche che ci sono a quelle altitudini influiscono sugli organismi viventi, questo portando appunto nella sonda un carico biologico formato da batteri e studiandone poi al rientro gli effetti che hanno subito.

Il lancio verrà indicativamente effettuato a Luglio 2014, il luogo individuato come adatto al lancio si trova nella Sicilia centrale.

<< Un' opportunità imperdibile per la nostra scuola e per il nostro territorio>> ha dichiarato il Dirigente Scolastico Maria Rosaria Russo, che soddisfatta ha appoggiato sin da subito questo importante progetto, << La nostra scuola sarà la prima in Italia ad aver aderito ad una simile iniziativa e servirà per dare ai nostri studenti una visione più ampia del mondo delle scienze astronomiche e astronautiche e permetterà di porci in prima linea nel panorama scientifico nazionale, cosa che già la nostra scuola sta facendo da anni essendo parete attiva in progetti scientifici importanti>>.

Gli studenti lavoreranno al progetto seguiti dall'esperto e direttore della Magna Grecia Aerospace Antonino Brosio e al resto del team scientifico formato da Giuseppe e Gianluca D'Agostino, Eduardo Gallucci e il prof. Toni Scarmato.

Un importante contributo al progetto verrà dato da una delle docenti di scienze dell'Istituto, la prof.ssa Arianna Messineo che è stata una delle promotrici e artefici principali dell'iniziativa. La professoressa insieme agli studenti preparerà il carico biologico e gli studi scientifici da effettuare sullo stesso.

Antonino Brosio, ideatore e direttore del progetto HORUS seguirà tutte le fasi della preparazione degli studenti ha dichiarato << Ringrazio il Dirigente Scolastico per aver fin da subito sostenuto questa iniziativa e averla accolta con molto entusiasmo, ma un grande ringraziamento in qualità di Presidente della Magna Grecia Aerospace e soprattutto come divulgatore scientifico va all'Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria e al presidente Raffa che ci ha dato la possibilità di poter portare la nostra esperienza di volo spaziale tra gli studenti delle scuole superiori, e quindi di realizzare dei progetti e delle tematiche mai affrontati prima nei contesti scolastici, ma soprattutto di poter realizzare quello che sin da bambini è il sogno più ricorrente di molti, cioè di poter vedere la Terra dallo Spazio e di poterlo fare con l'occhio critico del ricercatore,

 

Il Liceo Piria ottiene un grande successo alla XXIII Olimpiade di Filosofia

XXIII OLIMPIADE DI FILOSOFIA – OTTIMO RISULTATO DEL "PIRIA"

Il liceo scientifico "R. Piria" di Rosarno entra nel novero delle eccellenze filosofiche regionali. Giada Gentile, allieva della quinta classe dell'istituto, è tra i primi cinque posti nella graduatoria di merito della XXIII Olimpiade di filosofia.

Un risultato ancor più importante alla luce del fatto che la Gentile ha raggiunto questo risultato nel cosiddetto "canale Internazionale", cioè la prova è stata svolta in lingua straniera. Appare chiaro come attraverso questo buon risultato si sia potuto testare l'ottimo livello medio del nostro istituto non solo nella disciplina filosofica, ma anche in quella linguistica. Il contesto in cui l'allieva Gentile e tutto l'istituto si è distinto è una manifestazione molto prestigiosa, promossa dalla Società filosofica italiana (Sfi), strutturata in una prova seria e rigorosa che anche quest'anno, nella sua cornice regionale, si è svolta nella provincia di Cosenza, presso il Liceo " Pitagora" di Rende.

Il Dipartimento di Filosofia dell'istituto, coordinato dalla prof.ssa Grace D'Agata, ormai da diversi anni partecipa all'iniziativa con un gruppo accuratamente selezionato di allievi, composto da due studenti per il canale nazionale – ossia in lingua italiana – ed uno per quello internazionale. Così come gli altri anni, alcuni studenti del "Piria" hanno affrontato preliminarmente la prova selettiva d'istituto, che prevedeva un testo filosofico sulla tematica oggetto della prova delle Olimpiadi, ossia "Abitanti del mondo tra identità e differenze".

A Rende, pertanto, sono arrivate Lucia Bellantoni, classe VB e Valentina Astorino classe VA, per il canale nazionale, Giada Gentile VA, per il canale internazionale.

Il risultato registrato ha regalato un primato al Liceo di Rosarno tra le scuole della Piana e affiancato scuole di comuni capoluogo.

La dirigente scolastica, Maria Rosaria Russo ha espresso grande soddisfazione e apprezzamento, sottolineando quanto sia stato importante il lavoro svolto negli anni dai docenti, e non nascondendo compiacimento per il fatto che alle selezioni finali siano arrivate tre ragazze, un altro segno del cambiamento. La Russo ha sempre sostenuto il lavoro del dipartimento di filosofia auspicando che nel prossimo futuro l'impegno congiunto di docenti e allievi renda questo risultato solo un punto di partenza.

 

filosofia 1

 

Il Liceo "R.Piria" presenta il suo musical di primavera

"Evita. Una donna, una storia" è l'ultimo musical realizzato dagli studenti del Liceo di Rosarno con la collaborazione dei docenti: Angela Alessi, Carmela Vona, Francesca Corso, Ivana Malara e Vera Violi. Regia di Aldo Borgese.

La cittadinanza è invitata ad assistere allo spettacolo martedi 18 marzo, alle ore 17.30.

Locandina Evita 1

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 17 Marzo 2014 12:44 )

 

Mariarosaria Russo riceve il Premio Anassilaos Mimosa 2014

A conclusione di una settimana di incontri e convegni promossi dall'Associazione Culturale Anassilaos, Sezione Donna "Emanuela Loi" si è tenuto, sabato 8 marzo, alle ore 17,30 presso la Sala Monteleone del Consiglio Regionale della Calabria, l'ormai tradizionale cerimonia di consegna del Premio Anassilaos Mimosa 2014, giunto alla sua 20° edizione, a personalità "al femminile" del mondo delle arti, della cultura, del lavoro, del volontariato". Numerose le insignite – indicate dal Comitato Donna del Sodalizio reggino, guidato dall'Avv. Clelia Scarano - che costituiscono uno spaccato della società calabrese 2al femminile" nelle sue più diverse attività, a riprova di quanto strada sia stata fatta per il conseguimento delle pari opportunità, pur in presenza di gravi problemi tuttora irrisolti. Il riconoscimento, segno di apprezzamento e stima, costituito da una artistica targa in vetro fusione realizzata dall'artista Antonclaudio Pizzimenti, - opera unica e diversa per ciascuna manifestazione è stato consegnato, tra le altre, a Mariarosaria Russo, Dirigente dell'Istituto "R.Piria" di Rosarno.

Qui di seguito il video ritraente Mariarosaria Russo al momento della premiazione

 

Presentato a Rosarno il primo polo tecnico professionale della Calabria

L'assessore regionale alla cultura Mario Caligiuri è intervenuto in videoconferenza alla presentazione del primo Polo tecnico professionale della Calabria: l'Istituto Piriadi Rosarno, capofila del Polo agroalimentare e dieta mediterranea e diretto da Maria Rosaria Russo.

Per leggere l'intero comunicato clicca su http://www.regione.calabria.it/index.php?option=com_content&task=view&id=14000&Itemid=136

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 07 Marzo 2014 22:00 )

 

Il ministro Maria Carmela Lanzetta inaugura al Liceo di Rosarno il suo mandato ufficiale

Il servizio di Rai3 Calabria

Ultimo aggiornamento ( Martedì 04 Marzo 2014 09:24 )

 

Il Ministro agli Affari regionali Maria Carmela Lanzetta sceglie il liceo "R. Piria" di Rosarno per la sua prima apparizione pubblica

Alla presenza del Ministro delle Politiche Regionali, Maria Carmela Lanzetta e delle più alte Cariche Istituzionali, Sabato 1 marzo alle ore 10.00, presso l'Auditorium dell'Istituto "R. Piria" di Rosarno è stato presentato il Concorso Nazionale intitolato a Maria Concetta Cacciola "Il coraggio della scelta.Granelli di speranza". La Preside Mariarosaria Russo, particolarmente sensibile all'invito lanciato da Antonio Siracusano, redattore della Gazzetta del Sud, nel suo articolo del 9 febbraio scorso,"Il seme del coraggio nel vuoto antimafia",dove le Istituzioni venivano invitate a fare della memoria di Maria Concetta un fiore di riscatto civile, ha voluto,insieme a tantissime Associazioni del territorio, tra cui Riferimenti di Adriana Musella, di cui è coordinatrice Nazionale per il settore scuola, ricordare l'esempio di una donna che ha sacrificato la vita per una scelta di libertà; indicare un modello di resistenza alle logiche mafiose, piantare il seme di una memoria che può diventare la pianta del riscatto della nostra comunità. Ecco perché, ha sottolineato, abbiamo voluto istituire un premio nazionale dedicato a Maria Concetta. La sua storia deve ogni anno rinverdire un processo culturale di liberazione, in una prospettiva di crescita della coscienza collettiva, fondata sulla consapevolezza delle nuove generazioni e sul pentimento dei loro padri e delle loro madri. Pentimento inteso come rinascita cristiana di un modello di vita alterantivo alla 'ndrangheta, quello che aveva scelto Maria Concetta Cacciola per vivere senza condizionamenti, imposizioni, regole arcaiche. Una donna che ben conosceva il prezzo che avrebbe dovuto pagare. Ma la voglia di libertà e l'amore per i figli le hanno dato la forza di andare fino in fondo, nella speranza di voltare pagina.

"Vogliamo che la storia e il dramma di M. Concetta, diventi un faro per la nostra comunità e per tutta la Calabria, per l'intera nazione, un faro capace di illuminare la strada della dignità e della legalità." Ha dichiarato la preside Mariarosaria Russo, durante la manifestazione, "e ad Antonio Siracusano, rispondiamo a gran voce che sappiamo bene da che parte stare".

Commosso appunto Antonio Siracusano, presente all'evento, che si è complimentato con tutta la comunità del liceo Piria che ha saputo rispondere così prontamente al suo invito, dimostrando profonda coscienza civica e senso della legalità. Commossa anche Adriana Musella che sarà presidente della Commissione esaminatrice degli elaborati partecipanti al concorso e che ha rinnovato la sua gratitudine a Mariarosaria Russo per la grande partecipazione ad una vera lotta anti mafia, perché fondata sull'istruzione e sulla formazione di nuove coscienze critiche. Particolarmente coinvolti anche i Procuratori Sferlazza e Lombardo, che nei loro rispettivi interventi hanno sottolineato l'importanza di tutte quelle iniziative che abbiano come presupposto il risveglio nei giovani di un nuovo sentimento di dignità e giustizia. Fiero di rappresentare la Provincia di Reggio Calabria in simili eventi anche Giuseppe Raffa che ha rinnovato la sua stima verso l'intenso e costante operato del Liceo "R. Piria". Grande, infine, nella sua semplicità, il Ministro agli Affari Regionali, Maria Carmela Lanzetta, che ha scelto questa scuola per il suo primo intervento ufficiale e che ha rivolto agli studenti parole di coraggio e speranza, dimostrando una sincera partecipazione al nuovo desiderio di cambiamento dei giovani rosarnesi.

Una giornata di grande giornalismo, di grande partecipazione sociale e di profonde emozioni, dunque, che la Preside Mariarosaria Russo, i docenti e gli alunni

dell'istituto conserveranno a lungo nei propri cuori.

lanzetta

 

Visita del Ministro Lanzetta al Liceo "R.Piria"

Il Ministro Maria Carmela Lanzetta al Liceo Piria di Rosarno.

Il servizio di Pianainforma.it

 

La Preside Mariarosaria Russo incontra il Ministro all'Istruzione Maria Chiara Carrozza

Rosarno, la Preside Russo incontra il Ministro dell'Istruzione

russo 1

In occasione del conferimento della laurea Honoris Causa a Salvatore Settis da parte del Ministro Maria Chiara Carrozza e del Magnifico Rettore dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria,Prof. Pasquale Catanoso,la città natale del Prof.Settis, Rosarno,è stata rappresentata dal Sindaco,Elisabetta Tripodi,dall'insigne intellettuale prof.Giuseppe Lacquaniti,già medaglia del Presidente della Repubblica per meriti culturali e dalla Preside dell'Istituto d'Istruzione Superiore "R.Piria",Prof.ssa Mariarosaria Russo che ha donato al Ministro e al Prof. Settis Il giormale della scuola,La Svolta, il testo celebrativo "I percorsi della memoria",il docufilm "A Medma nel bosco sacro di Persefone-Omaggo a Paolo Orsi nel centenario della memorabile campagna di scavi condotta su Pian delle Vigne,ispirata proprio al lavoro di Salvatore Settis,che ha visto proprio gli studenti del Piria interpreti di una civiltà ripercorsa dal VII SEC A.C al I SEC. D.C. ed,infine,una moneta coniata per celebrare il bicentenario della nascita di Raffaele Piria a cui la scuola è intitolata.

Questa è stata anche l'occasione per accendere i riflettori sulla sfida culturale lanciata dall'Istituto,che è divenuto in pochi anni,polo di eccellenza culturale, luogo simbolo di riscatto morale e rinascita sociale, al fine di innescare strategie e percorsi virtuosi lontani da propagande e proclami,ma che possano innervarsi nel cuore della martoriata terra pianigiana che merita di vedere il deserto dell'indifferenza e della violenza trasformarsi in giardino di condivisione di valori universali,come ha fortemente sottolineato la preside Russo.L'Istituto scolastico che rappresento,ha evidenziato la Preside,abbattendo privilegi e pregiudizi,spesso in maniera silenziosa e con estrema umiltà, ha tentato,attraverso l'esercizio quotidiano del proprio dovere,di promuovere il senso della giustizia e del diritto,la pacifica e democratica convivenza di un'umanità a colori, denunciando la sopraffazione che viene da ogni forma di discriminazione e marginalità sociale, di violenza, sostenendo la costruzione del senso dello Stato e creando,altresì,anche attraverso l'esempio di coloro che hanno avuto il coraggio della scelta,le condizioni per un radicale cambiamento culturale e per una rivoluzione delle coscienze al fine di promuovere una percezione positiva delle istituzioni garanti dei diritti dei cittadini e della legalità,nella consapevolezza che la nostra esistenza acquisterà un senso conforme alla scelta operata.Dunque la scuola viene concepita come un Campus Statunitense che prevede collaborazioni con prestigiose Università italiane,come la Mediterranea di Reggio Calabria,ed estere,come la St. Lawrence University, la realizzazione di Seminari di studio su svariate tematiche,attività musicali e teatrali,studi astronomici con osservazioni notturne,stage in Italia e all'estero,alternanza scuola-lavoro,corsi di cinematografia,approfondimenti di Fisica Nucleare con specifici esperimenti laboratoriali,corsi di giornalismo con al centro l'idea di utilità di quei saperi ,il cui valore essenziale è completamente libero da qualsiasi finalità utilitaristica ,che possono avere un ruolo fondamentale nella coltivazione dello spirito e nella crescita civile e culturale dell'umanità.

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 17 Gennaio 2014 16:25 )

 

Spettacolo teatrale "Nel nome di Dio"

Nella ricorrenza del secondo anniversario della morte di Fabrizio Pioli, l'Istituto Piria dI Rosarno ha ricordato il dramma di Fabrizio e della sua famiglia con un'attività teatrale NEL NOME DI DIO,opera di Carmine Pagano, dedicato al sacerdote del quartiere Brancaccio di Palermo,don Pino Puglisi. Il servizio di pianainforma.it

 

Folgaria: Settimana della legalità

L'11 febbraio ha preso il via la terza edizione della settimana di formazione antimafia, promossa dall'Azienda per il turismo di Folgaria-Lavarone-Luserna e da FolgariaSki, in collaborazione con il Coordinamento Nazionale Antimafia "Riferimenti".

L'iniziativa è destinata agli studenti che dopo aver goduto della bellezza delle piste da sci delle Dolomiti al mattino, proseguono invece nel pomeriggio i seminari formativi antimafia curati dal Coordinamento della Gerbera gialla, fiore simbolo dell'impegno sociale contro ogni illegalità dell'associazione di Adriana Musella. Saranno presenti in due diversi convegni: Michele Di Stefano, della Direzione Investigativa Antimafia Calabria, che relazionerà in merito alla ndrangheta e Vincenzo D'Onofrio, Procuratore della DDA di Napoli, che interverrà sui temi della camorra e sulle infiltrazioni della criminalità del nord Italia.

Grande la partecipazione e l'entusiasmo dei giovani studenti convenuti nella Piazza di San Lorenzo alle 17.00 di Martedì 11 Febbraio. Un lungo corteo. Capeggiato dalla Banda di Folgaria e da Adriana Musella, ha visto in prima fila gli studenti dell'istituto Piria di Rosarno. Accompagnati dalle professoresse Ivana Malara, Francesca Corso e Caterina Fassari. Molti di questi studenti hanno anche portato le fiaccole simbolo della nuova luce che i giovani, sapientemente educati sui temi della legalità, possono portare alla nostra società. Infine rientrati al piazzale San Lorenzo, una magnifica festa con vin brûlé e canti inneggianti contro la mafia. Anche in questo momento, i ragazzi di Rosarno hanno saputo portare il loro entusiasmo per l'idea di un cambiamento sociale nel quale credono fortemente grazie anche al grande impegno della loro preside, Mariarosaria Russo, responsabile nazionale del settore scuola del Coordinamento Riferimenti e sempre attiva sul fronte della legalità con numerose iniziative in cui coinvolge i suoi amati studenti da ormai 7 anni.

Un altro grande momento di crescita dunque, Folgaria, occasione preziosa di confronto tra giovani di regioni diverse e dunque testimoni di realtà diverse. Soprattutto un altro strumento per diffondere quella cultura onesta che ormai è parte integrante della formazione degli studenti di Mariarosaria Russo.

Qui di seguito un breve video della manifestazione.

 

La CISL di Reggio Calabria chiede agli studenti del Liceo Piria di Rosarno di condividere le riflessioni del tavolo di lavoro

La CISL di Reggio Calabria, entusiasta per il successo del tavolo di lavoro sulle tematiche di "Emigrazione e Lavoro agricolo", tavolo che ha avuto come efficace sede l'Auditorium del Liceo "R.Piria" di Rosarno, ha invitato gli studenti dell'Istituto a continuare a partecipare a questi incontri con la seguente motivazione, estratta dal comunicato ufficiale:

"Oltre l'emergenza Rosarno bisogna ricordarsi delle tante Etnie presenti sul nostro territorio. Da Rosarno a Reggio, da Stilo a Melito con tantissimi immigrati regolari ed irregolari.

Governare in tutti gli aspetti, dal rispetto della persona, alla accoglienza, alle condizioni sanitarie, alla mobilità, al lavoro diventa sempre più necessario per una civiltà, quale la nostra, che ha radicato la sua storia sull'accoglienza.

Nell'avanzare la richiesta si chiede che ci sia anche la presenza di una delegazione di studenti dell'Istituto Superiore "R. Piria" di Rosarno. Istituto che oltre ad essere sempre stato presente nei momenti di accoglienza ed assistenza, ha elaborato idee e progetti di lavoro per gli immigrati, dimostrando concretamente come si può accogliere e nello stesso tempo stare al servizio del territorio per farlo crescere."

La Dirigente Mariarosaria Russo ha accolto con soddisfazione l'invito, consapevole che la maturità dei suoi allievi e la conoscenza che essi hanno sulle problematiche suddette, possa dare effettivo contributo a proficue riflessioni.

 

Dibattito su Emigrazione e lavoro agricolo

Qui di seguito il video realizzato a Rosarno il 31 gennaio 2014, in occasione

dell'incontro/dibattito, sull'immigrazione e lavoro agricolo.

 

Gerbera gialla 2014

Lunedì 3 febbraio, nell'ambito del Progetto "Gerbera Gialla 2014", realizzato dal Coordinamento Nazionale Antimafia "Riferimenti" , il Procuratore Nazionale Antimafia, Franco Roberti, ha incontrato gli studenti di Reggio Calabria e provincia.

L'iniziativa ha avuto luogo presso L' "Auditorium Calipari" di Palazzo Campanella, con inizio alle ore 10.00

Insieme al Procuratore Roberti, sono intervenuti: Il Procuratore capo della Repubblica di Reggio Calabria, Federico Cafiero De Raho, Il Capo servizio della "Gazzetta del Sud", Arcangelo Badolati.

Alla manifestazione hanno inoltre portato il loro saluto, Claudio Sammartino, Prefetto della Provincia di Reggio Calabria; Maria Rosaria Laganà, Prefetto Direttore dell'Agenzia dei Beni Confiscati.

L'incontro è stato introdotto da Maria Rosaria Russo; Responsabile del settore scuola del Coordinamento "Riferimenti" e moderato da Adriana Musella, Presidente del Coordinamento Nazionale Antimafia "Riferimenti"

L'orchestra e il coro del Liceo "Piria" di Rosarno, aprirà la manifestazione.

Qui di seguito l'intervento di Mariarosaria Russo, Dirigente dell'Istituto "Piria" di Rosarno

 

Inaugurazione Gerbera gialla 2014

Il servizio di Rai3 Calabria

 
Altri articoli...

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 13