Descrizione del progetto FIXO. UNIVERSITA’-SCUOLA

PROGETTI ITALIALAVORO

FIXO – SCUOLA & UNIVERSITÀ – Alto apprendistato per giovani laureati

L’obiettivo di ‘FIxO’ è mettere in rete università, imprese, sistema della ricerca, politiche di sviluppo regionali e nazionali, al fine di facilitare e sistematizzare la fase di transizione al lavoro, agevolare il trasferimento dell’innovazione tecnologica e l’associazione tra risultati della ricerca, permettere al sistema economico-produttivo italiano di sostenere il confronto con le sfide del mercato.

Aiutare le scuole secondarie superiori e le Università a realizzare e migliorare i servizi di placement per diplomati, laureati e dottori di ricerca, con l’intenzione di ridurne i tempi di ingresso nel mercato del lavoro e di aumentarne le possibilità di trovare un’occupazione in linea con gli studi effettuati. E’ questo l’obiettivo principale di FIxO “Scuola & Università”, il programma finanziato dal Ministero del Lavoro e realizzato da Italia Lavoro con lo scopo di incidere sul contenimento dei fenomeni di job mismatch.

Attività

• Creazione – nell’ambito del sistema regionale dei servizi per il lavoro – di un rapporto strutturato tra le Regioni (e le Province autonome di Trento e Bolzano) e il sistema scolastico e universitario. Con la finalità di arrivare ad accordi regionali per la promozione di politiche attive del lavoro e la qualificazione di servizi di intermediazione a favore di diplomati, laureati e dottori di ricerca;

• Promozione di servizi di orientamento e placement in 365 scuole superiori e supporto alla realizzazione – in raccordo con il sistema produttivo, formativo e istituzionale – di tirocini e contratti di apprendistato in grado di raggiungere un bacino potenziale di 55 mila tra diplomandi e diplomati;

• Qualificazione dei servizi di orientamento e placement in almeno 70 Università, attraverso una definizione degli standard qualitativi da raggiungere. Assistenza e supporto per la realizzazione di 5 mila contratti di “alto” apprendistato destinati a laureati e dottori di ricerca, e di 30 mila tirocini di orientamento e formazione garantiti dalla certificazione delle competenze;

• Promozione di percorsi di inserimento lavorativo per 1900 laureati, dottorandi e dottori di ricerca mediante l’incentivazione del contratto di apprendistato e il sostegno all’autoimprenditorialità, valorizzando l’esperienza derivante dalla ricerca universitaria.

Destinatari

Diretti:

• Regioni e Province autonome;

• Almeno 70 Università statali e non statali;

• 365 scuole superiori da individuare in accordo con le Regioni.

Indiretti:

• 1900 tra laureati, dottorandi e dottori di ricerca per percorsi di inserimento lavorativo e supporto all’autoimprenditorialità;

• 5000 laureati per la promozione del contratto di apprendistato di terzo livello;

• 30000 laureati per tirocini di orientamento e formazione (extracurriculari);

• 55000 diplomati per servizi di orientamento al lavoro e di intermediazione.

Durata

Luglio 2011 – Dicembre 2013

FIxO

Attivare 30mila tirocini formativi, promuovere 5mila contratti di alto apprendistato per giovani qualificati e cercare lavoro a 1.900 tra laureati e dottori di ricerca e a 55mila diplomati. Sono questi gli obiettivi del programma FIxO (Formazione e Innovazione per l’Occupazione) 2012/2013.

Ispirato dai principi contenuti nell’Agenda 2020, la strategia per la crescita europea nel prossimo decennio, FIxO si propone di colmare il divario che intercorre tra titolo di studio posseduto e richieste delle aziende/datori di lavoro, incoraggiando un’occupazione di qualità. In un mondo che cambia infatti occorre creare un mercato del lavoro sostenibile ed inclusivo.

Tra i cinque grandi traguardi tracciati dalla Ue emergono in particolare i concetti di impiego, educazione/formazione e innovazione.

Sarà proprio l’integrazione tra percorsi di studio e formazione, sistema produttivo e tecnologia ad avvicinare il tasso di occupazione dei giovani italiani agli standard dei migliori Paesi europei e a migliorare la qualità dei posti di lavoro che vengono loro offerti.

Un primo passo, fondamentale, è ridurre i tempi di ingresso nel mercato del lavoro dei diplomati, dei laureati e dei dottori di ricerca, eliminando il job mismatch e rendendo più efficiente il placement (i servizi di orientamento ed intermediazione) delle scuole e delle università.