Premio Medmeo D’oro 2020

Si è svolta il  13 gennaio, nell’auditorium del Liceo scientifico “R.PIRIA” di Rosarno, la cerimonia di consegna della seconda edizione Premio Nazionale “Medmeo d’oro”, istituito dall’associazione “APS Medmea”, presieduta dalla dott.ssa Francesca Liotta, per rendere omaggio a personalità eccellenti delle istituzioni e della cultura, che con il loro encomiabile impegno si prodigano quotidianamente per affermare i valori della giustizia, della libertà, dell’istruzione; si propongono come lodevole esempio e preziosi simboli di integrità morale da seguire per i giovani e la cittadinanza tutta, ed offrono così un  contributo pregnante e fattivo alla crescita morale,umana e civile della nostra terra. 

L’iniziativa, che ha visto la partecipazione di una straripante platea di personalità civili ,militari e religiose,intellettuali, rappresentanti delle associazioni culturali e numerosissimi studenti, è stata allietata dal trio Colonna darmonia(allArpa Giuditta Canale ,pianoforte e soprano Mafalda Canale e violino Paola Russo).Altro ospite d’onore, ambasciatore nel mondo della Calabria delle eccellenze, Gerardo Sacco, autore del premio “Medmeo d’oro”, cesellato per l’occasione e consegnato alle personalità a cui è stato conferito.

Le “personalità eccellenti” premiate sono state: il giornalista Michele Albanese,il Generale Vincenzo Amendola ,il cardiologo Giovanni Bisignani,Mimmo Bulzomì,protagonista del ciclismo calabrese,limprenditore Michele Gallo,il Maestro Iginio Massari per leccellenza pasticcera nel mondo.

Premi speciali sono stati assegnati  al Maestro Gerado Sacco,alla Preside Daniela Panzera,al Preside Giuseppe Eburnea,a don Pino Varrà.

La cerimonia si è conclusa con un ulteriore riconoscimento alla preside Mariarosaria Russo,già premiata durante la prima edizione per le sue battaglie per la tutela dei diritti umani e della giustizia,madrina dellevento a cui il Patrondella manifestazione,dott. Carlo Cannatà,ha voluto conferire un gioiello cesellato e donato  per loccasione dal maestro Gerardo Sacco.